Carabba Florindo

Florindo Carabba è nato a Lanciano nel 1923. È ingegnere e ha iniziato ad occuparsi di storia nel 1966, allorquando, sotto la guida di Corrado Marciani, intraprese ricerche sulle famiglie Carabba. Successivamente estese i suoi studi ad argomenti di storia generale frentana, seguendo un rigoroso metodo di esplorazione di archivi e biblioteche, alla ricerca di documenti e testi storiografici.

Ha pubblicato numerosi studi e saggi, tra i quali ricordiamo: “Il ponte di Diocleziano nei manoscritti del Bocache”, 1972; “Le famiglie Carabba di Lanciano e di altri luoghi”, 1947; “Monsignor Antinori e Lanciano nel 1700”, 1986.

Una menzione meritano i numerosi articoli di storia lancianese scritti per giornali e riviste e particolarmente gli studi sul ‘Periodo Napoleonico’; ultimo per i ‘Quaderni’ della Rivista Abruzzese, il saggio “Lanciano e il suo Distretto dal 1799 all’Unità d’Italia”, 1999.

Ha collaborato anche ad importanti volumi antologici con significativi contributi, quali “Lanciano, o cara…” di Giovanni Nativio, “Lanciano, Città d’arti e di mercanti”, ediz. Carsa, “Lanciano e la Frentania”, “Gli ospedali della ‘Melograna'” ed altri.

Nel 1995 ha pubblicato il primo volume di “Lanciano, un profilo storico, dalle origini al 1860”, editrice la Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, che ha riscosso ampio successo.

Ad esso fa seguito il secondo volume, che riprende la narrazione della storia cittadina dal 1860 al 1945, per i tipi della prestigiosa Casa Editrice “Rocco Carabba”.