Stelvio Mestrovich

Stelvio Mestrovich è nato a Zara, in Dalmazia, il 20 giugno 1948 da genitori italiani.
E’ un ricercatore del tardo barocco, con particolare conoscenza della vita e delle opere di Antonio Salieri, Anton Diabelli, Pietro Alessandro Guglielmi e Andrea Luca Luchesi.
Relativamente alla musica, ha pubblicato i volumi: “W. Mozart, il Cagliostro della Musica” (Edizioni Portaparole, Roma) e “Vita e opere dei compositori dimenticati dal 1600 al 1900” (Carabba, 2009).
Ha esordito nella narrativa gialla creando il personaggio dell’ispettore capo della Polizia di Stato Giangiorgio Tartini, al quale trasmette la conoscenza della musica classica e che lo vede protagonista de “La sindrome di Jaele” (Edizioni Kimerik), di “Venezia rosso sangue” (Dario Flaccovio, 2004), “Delitto in casa Goldoni”, (Carabba), “La maschera della morte rossa” (Dario Flaccovio).
Studioso della Letteratura e della Storia della musica russa, si dedica adesso alla pubblicazione di saggi, racconti e romanzi ambientati in Russia.