Monaldo Leopardi. Uomo, politico, scrittore

Autore: Pasquale Tuscano
ISBN: 978-88-6344-433-9

25,00

Quest’anno ricorre il 230° anniversario della nascita di Monaldo Leopardi. Avendo presente, sin dai primi studi giovanili, il genio del figlio Giacomo, non sono mai riuscito a dissociarne la figura dal padre, per il quale ho avvertito sempre un forte rispetto. Monaldo esige di essere compreso nel suo ambiente familiare e sociale, e nel suo tempo, per questo non mi sono trattenuto dal rileggere la parte più significativa della sua copiosa produzione politica e letteraria. Occorre rivisitare la vita e l’opera di Monaldo nella sua rigorosa autonomia, non soltanto considerando le sue idee politico-sociali “senza retorica”, né dando la croce al sanfedista e al reazionario , né assolvendolo del tutto da tale visione ideologica. Rimasto coerente campione della Controriforma, sdegnoso di fermare lo sguardo su quanto avveniva fuori dalle ristrette mura di Recanati, nella politica e nella cultura, vorrei tentare di evidenziare la sua ‘statura’ politica e letteraria, lontano dall’ombrello del figlio, sotto il quale viene ancora arbitrariamente collocato da non pochi studiosi. Come è errore altrettanto grave, nel caso di Monaldo, lasciarsi tentare dallo stabilire confronti, sempre inopportuni e inutili, soprattutto in questo caso, con gli storici e i politici che la pensavano come lui.