Tre donne

Autore: Bruno Sperani
ISBN: 978-88-6344-594-7

18,00

Con Tre donne, edito per la prima volta nel 1891, Sperani tornò su un tema principe della propria produzione, ossia l’attenzione al ruolo femminile all’interno del nuovo scenario sociale.
Come viveva la donna delle classi più basse? Quali erano i suoi obblighi e le sue ambizioni? Quali le sue sofferenze, le umiliazioni, i desideri? Sperani affronta ognuno di questi aspetti, all’interno di una storia ambientata in Val Mi’scia e che ha per protagonisti dei miseri contadini. Nella fattispecie l’autrice segue le vicissitudini incrociate di tre donne: Maria, Cristina e Virginia (e tre uomini: Sandro, Pietro, Giorgio), alcuni in lotta contro le asprezze del luogo e altri troppo fragili per non lasciarsene divorare. L’atmosfera è del resto quella della campagna, forte e amarissima, dove le consolazioni sembrano non avere cittadinanza e in cui gli affetti, anche i più vicini, non leniscono la difficoltà.
Fra tradimenti e colpi di scena, preghiere e abbandoni, si delineerà il quadro di un mondo ancora acerbo, quasi tenuto fermo con la forza, il piccolo punto di un universo violento e in cerca di futuro.