Donne che contano nella storia greca

Autore: Elisabetta Dimauro
ISBN: 978-88-6344-367-7
Autore: Umberto Bultrighini
ISBN: 978-88-6344-367-7

35,00

La discussione sulla condizione femminile nell’antichità greca è stata riaccesa da un Convegno Internazionale di Studi tenutosi all’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara nel 2007. Questo volume ne raccoglie i contributi, insieme a riflessioni successive, fi no al 2014. Il fi lo conduttore del dibattito tra gli studiosi coinvolti è la verifi ca di una presenza e di una incidenza della donna nel tessuto socioeconomico e nelle dinamiche storiche della Grecia antica: una presenza e un’incidenza che la tradizione, di segno maschile e intrisa di visioni pregiudiziali, tende di norma a ‘sommergere’. La tradizione stessa, tuttavia, off re spiragli per far ‘riemergere’ il ruolo femminile, come suggeriscono i casi esaminati nel volume, da considerarsi stimoli per un work in progress. Categorie rilevanti (sacerdotesse, etere, donne d’aff ari, donne legate al potere tirannico) e singole fi gure – di riconosciuta visibilità come Saffo, Frine, Aspasia, Olimpiade, o da riscoprire come Pantea, Elpinice, Timea – sono fi nemente riproposte ad analisi e riflessione da specialisti di primo piano nel campo dell’antichità classica.
Contributi di Delfino Ambaglio, Cinzia Bearzot, Paola Angeli Bernardini, Lucio Bertelli, Elisabetta Bianco, Lorenzo Braccesi, Roger Brock, Umberto Bultrighini, Silvio Cataldi, Carmine Catenacci, Eleonora Cavallini, Pietro Cobetto Ghiggia, Giovanna Daverio Rocchi, Elisabetta Dimauro, Martin Dreher, Stefano Ferrucci, Emilio Galvagno, Edward M. Harris, Eugenio Lanzillotta, Giulio A. Lucchetta, Annalisa Paradiso, Anna Santoni, Wolfgang Schuller, Anna M. Seminara, Silvia Simone, Marta Sordi, Serena Teppa.