L'arciere e la pittrice

Autore: Raffaella Castagnola
ISBN: 978-88-6344-517-6

22,00

Giovane, ricchissima ed eccentrica, l’americana Romaine Brooks incontra Gabriele D’Annunzio alla Capponcina, quando lo scrittore viveva da principe del Rinascimento sulle colline fiorentine mentre la giovane pittrice si dedicava ad approfondimenti nel mondo dell’arte antica e moderna. Si rivredranno a Parigi, a partire dal 1910, intensificando i rapporti e la corrispondenza. Nasceranno – da un rapporto anche amoroso, breve e burrascoso – progetti culturali comuni, in particolare intorno al tema del Martirio di San Sebastiano, che riunisce artisti dell’avanguardia culturale. Romaine Brooks eseguirà anche ritratti del poeta, che diventeranno poi celebri rappresentazioni dell’uomo in esilio e dello scrittore soldato. Ma, oltre questi progetti puntuali, realizzati con la partecipazione di altri celebri rappresentanti della cultura europea, il carteggio svela altri aspetti di un’esistenza sempre inquieta, alla ricerca della perfezione artistica,  che contraddistingue questi due spiriti liberi, destinati ad osservarsi da lontano. Per D’Annunzio la Brooks diventerà “Cinerina”, un nomignolo azzeccato, che allude alla capacità, particolarmente innovativa per l’epoca, di usare tutte le sfumature del grigio e di dipingere quasi senza colore, facendo emergere dai ritratti l’anima dei personaggi.